Morning Meeting Forex: per seguire l’inflazione di oggi, EUR / USD: Euro al massimo di 3 mesi

L’EURO, LA STERLINA E IL DOLLARO CANADESE ATTIRANO GLI INVESTITORI

Il biglietto verde è stato scambiato al ribasso rispetto a tutte le principali valute, a seguito dei dati immobiliari più deboli. I permessi di costruzione sono aumentati dello 0,3% ad aprile dall’1,7% di marzo, mentre gli inizi di costruzione sono diminuiti del 9,5%. Tra debole crescita dell’occupazione, calo della spesa, rallentamento dell’attività manifatturiera nell’area di New York e ora alloggi, era solo una questione di tempo prima che il dollaro si esaurisse su tutti i fronti, poiché questi rapporti rafforzano la riluttanza della Federal Reserve a rispondere alle crescenti pressioni sui prezzi . Mentre la ripresa globale acquista slancio, il dollaro dovrebbe sottoperformare.

L’euro ha raggiunto il suo livello più forte in quasi 3 mesi contro il dollaro USA. L’allentamento delle restrizioni in diversi paesi europei sta stimolando la domanda di euro. Il massimo di febbraio a 1,2243 è il livello di resistenza più vicino e crediamo che sarà facilmente infranto e la coppia EUR / USD si dirigerà verso 1,23. Anche la coppia GBP / USD ha chiuso sui massimi di 3 mesi. Il Regno Unito ha creato 84000 nuovi lavoratori a febbraio. Il tasso di disoccupazione è sceso dal 4,9% al 4,8%.

Il dollaro canadese è l’altra valuta forte che raggiunge il massimo di 6 anni contro il dollaro USA. L’inflazione sarà l’obiettivo principale per le prossime 24 ore con il rilascio dei rapporti sui prezzi al consumo in Nuova Zelanda, Regno Unito, Eurozona e Canada.

EUR / USD: L’EURO SI UNISCE ALLA RESISTENZA A 1,2244

L’euro è in un trend rialzista che gli permette di tornare al suo livello più alto per 3 mesi a 1,2244. La coppia è rimasta al di sopra delle medie mobili ascendenti del periodo 13 e 34. Quest’ultimo è servito da supporto dinamico da metà aprile. Anche se la resistenza a 1,2244 potrebbe dare un po ‘di respiro, la probabilità che la valuta europea si diriga verso il massimo annuale a 1,2350 rimane lo scenario principale. Questa tendenza rialzista verrebbe invalidata al di sotto dell’ultimo minimo di mercato a 1,2050.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code