Hong Kong: Jimmy Lai condannato a 14 mesi di carcere per riunione illegale

Il magnate dei media di Hong Kong incarcerato e critico di Pechino Jimmy Lai è stato condannato a una nuova pena detentiva di 14 mesi per il suo ruolo in una manifestazione non autorizzata il 1 ° ottobre 2019, durante una delle manifestazioni a favore della democrazia tenutesi nel città quell’anno.

Questo mese, Jimmy Lai, che sta già scontando una condanna a 14 mesi per aver partecipato a proteste simili il 18 e 31 agosto 2019, si è dichiarato colpevole in tribunale distrettuale per aver organizzato una manifestazione non autorizzata.

È in prigione da dicembre dopo che gli è stata negata la libertà su cauzione in una causa separata per la sicurezza nazionale. Jimmy Lai deve affrontare tre conteggi ai sensi della nuova legge, introdotta dalla Cina nel 2020 in risposta alle proteste, inclusa la collusione con un paese straniero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code