Bitcoin supera $ 10.000, ma la resistenza chiave ora suggerisce una pausa

Bitcoin è finalmente riuscito ieri sera a registrare una rottura significativa sopra la resistenza maggiore di $ 10.000, raggiungendo un picco di $ 10.390, il più alto dal 13 febbraio.

Anche se la criptovaluta si è corretta leggermente, questo martedì mattina conserva la soglia principale di 10k.

Come prevedibile, molti esperti e analisti di criptovaluta attribuiscono almeno in parte questo aumento alle crescenti tensioni sulle rivolte negli Stati Uniti, che hanno visto ieri sera le minacce del presidente Donald Trump di coinvolgere l’esercito.

Tuttavia, in altri mercati, va notato che i commenti di Trump non hanno influenzato eccessivamente i mercati azionari, mentre l’oro, a cui Bitcoin è talvolta paragonato come rifugio sicuro, è addirittura diminuito da ieri sera, il che mette in discussione il presunto impatto delle proteste statunitensi sul BTC.

Ore decisive per Bitcoin, di fronte resistenza chiave

Da un punto di vista grafico, va notato che le prossime ore potrebbero rivelarsi decisive per il BTC / USD.

Il massimo della scorsa notte di $ 10.390 si è aggiunto ai massimi del 13 febbraio ($ 10.490) e del 26 ottobre 2019 ($ 10.465) per formare un’area di resistenza immediata, sapendo che la soglia psicologica di $ 11.000, che è poco sopra, ha anche il potenziale per fermare l’ascesa e iniziare una pausa, se non una correzione.

Sebbene la tendenza a breve termine per Bitcoin rimanga positiva, si potrebbe consigliare agli acquirenti di prendere profitti sui prezzi attuali. Per quanto riguarda coloro che sarebbero tentati di acquistare a seguito del breakout di $ 10.000, i tempi non sembrano ideali.

In caso di correzione, $ 10.000 e $ 9.500 saranno i primi potenziali supporti da prendere in considerazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code